Premi per la ricerca

Ricerca Premi per la ricerca

Foto di VOLLERO AgostinoVOLLERO Agostino
Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione/DISPC
Best paper di sessione Convegno Società Italiana Marketing
La Società Italiana Marketing individua il miglior paper di ciascuna sessione tematica della propria conferenza scientifica annuale
Società Italiana Marketing - Italia
2019
Il paper dal titolo "Oltre la sostenibilità. Un’indagine sul consumer upcycling" è stato valutato come il migliore della sezione (best selected paper) “Sustainable Marketing”
http://www.simktg.it/sp/mission.3sp
Foto DocenteTRANQUILLI SABRINA
Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione/DISPC
Premio AIPDA
Premiazione del miglior paper presentato nell’ambito del Convegno Annuale dell'Associazione italiana Professori Diritto amministrativo
Associazione italiana Professori diritto amministrativo - Italia
2019
In merito al conferimento del Premio AIPDA 2019, la Commissione, dopo un’attenta valutazione ditutti gli elaborati presentati nelle sessioni dei quattro panels, dichiara, all’unanimità, vincitrice delPremio AIPDA 2019, la Dott.ssa Sabrina Tranquilli che ha presentato un elaborato sul “Rapportopubblico-privato nell’adozione del controllo della decisione amministrativa “robotica”.A parere della Commissione, “si tratta di un lavoro molto accurato e ben scritto che affronta in modoesaustivo le problematiche inerenti quella che l’Autrice definisce “implementazione dell’IA(intelligenza artificiale) nell’azione della pubblica amministrazione”. L’indagine, condotta in un contestoche guarda sia all’ordinamento europeo che all’ordinamento nazionale, non trascura anche i riferimential diritto comparato, prendendo in esame l’ordinamento francese e, nello specifico, il caso Parcoursup.Alla completezza dell’indagine ed alla capacità di sintesi, si aggiunge la originalità del lavoro, sia per lascelta del tema sia per le considerazioni critiche inerenti le implicazioni giuridiche che derivano dalrapporto tra regole tecniche e regole che presiedono alle decisioni amministrative, e dunque traconoscibilità e controllo sulle decisioni amministrative assunte tramite l’utilizzo degli algoritmi. Su 5quest’ultimo aspetto interessanti sono le considerazioni su quella che l’Autrice definisce decisione“robotica”, vale a dire la necessità che l’atto amministrativo informatico “sia soggetto ai principifondamentali dell’azione amministrativa, tra cui la trasparenza e la conoscibilità nonché il pienosindacato del giudice amministrativo” al fine di evitare il rischio che la regola tecnica possa giungere acostituire un sistema di formazione della stessa volontà procedimentale. In definitiva, l’Autrice hamostrato consapevole capacità di delineare un tratto rilevante del diritto amministrativo vivente, nellafase essenziale del raccordo del processo di elaborazione delle singole decisioni concrete con i principigenerali”
https://www.aipda.it/wp-content/uploads/2019/11/VerbaleAssembleaAipda2019.pdf
  Fonte dati IRIS-RM